Localizzazione: le tendenze del settore per il 2021

Approfondimenti sul 2020

Alla fine del 2019, quando Text United stava scrivendo l’articolo sulle principali tendenze della localizzazione per il 2020, non aveva previsto un anno così insolito. A pensarci bene, nessuno di noi avrebbe potuto prevedere quanto sarebbe stato diverso il 2020. Il COVID-19 è al centro dell’attenzione, cambiando il mondo. Con la fine del 2020, possiamo iniziare a rivolgere la nostra attenzione all’imminente 2021. Il virus è ancora presente e molti dei cambiamenti che ci ha costretto a fare saranno permanenti.

Tuttavia, non parleremo della pandemia e di come ci abbia colpito. Né di cosa ci riserva il futuro dopo l’era Covid. Il responsabile marketing di Text United, Elad Plotnik, ha parlato con Konstantin Dranch, ricercatore di mercato specializzato in tecnologia linguistica, e Diego Cresceri CEO e fondatore di Creative Words. Hanno discusso dello scorso anno e di quali saranno le principali tendenze di localizzazione nel 2021. Ci auguriamo che questo possa fornire un vantaggio sulla concorrenza, prendendo queste tendenze di localizzazione e tenendole in considerazione quando delineeremo la nostra strategia di marketing e/o localizzazione per il nuovo anno.

Quindi, prima di immergerci nel 2021, ecco un riassunto dell’anno che molti di noi vorranno probabilmente dimenticare.

Cosa ci ha insegnato il 2020?

Quando si guarda avanti, è importante tenere d’occhio il passato. Detto questo, quale modo migliore per iniziare se non con un riassunto del 2020 prima di lasciarcelo alle spalle!

I sistemi di gestione della traduzione sono un biglietto da visita per gli investimenti. La crescita nelle principali società di TMS è aumentata del 30%. In un mercato post covid, quando i blocchi iniziali si sono conclusi (a luglio), la necessità di servizi di traduzione è aumentata notevolmente.

“In meno di 3 mesi, il colosso di private equity Carlyle ha acquistato una quota di maggioranza in Memsource, la piattaforma RSI Kudo ha raccolto 6 milioni di dollari e il curator MT Intento 3 milioni. Ora arriva Lokalise, con sede in Lettonia. La startup SaaS ha raccolto 6 milioni di dollari in un round di serie A”
– Florian Faes, Slator, M&A and Funding.

La traduzione audiovisiva continua la sua rapida ascesa tra i servizi di traduzione. Con la pandemia che guida una tendenza già in atto e la accelera in modo esponenziale. Entro il 2021, l’80% del traffico Internet mondiale sarà video. Che si tratti di sottotitoli tradotti per l’85% degli utenti di Facebook che guardano i propri video in muto, o una voce fuori campo localizzata, per offrire alla produzione una portata internazionale in modo efficiente ed economico, il video non è più un lusso.

GPT3 è un potenziale gamechanger, ma non ancora del tutto. Creato da OpenAI, GPT3 è descritto come il progresso più importante e utile nell’AI degli ultimi anni. Un enorme progresso nell’elaborazione del linguaggio naturale, ha funzionato in modo formidabile nelle attività di traduzione impostate su di esso in open beta. Sebbene il costo e la velocità siano ancora gli ostacoli principali, anche il co-fondatore non si lascia prendere la mano dall’hype.

“L’hype per GPT-3 è troppo. È impressionante (grazie per i bei complimenti!). Ma ha ancora dei seri punti deboli e talvolta commette errori molto sciocchi. L’intelligenza artificiale cambierà il mondo, ma GPT-3 è solo un primo assaggio. Abbiamo ancora molto da scoprire” – Sam Altman

Il mercato dei “connectors” è in crescita. Con fornitori come BeLazy che colmano le lacune e offrono soluzioni middleware per semplificare il processo di localizzazione. Gli LSP più piccoli stanno adottando questa tecnologia per aumentare la loro catena di approvvigionamento. Risparmio sui tempi e sui costi tipici della gestione dei progetti associati a lavori di traduzione piccoli e ripetitivi. Questi lavori sono spesso la carne e la verdura dei TMS più piccoli, consentendo loro di aumentare la produttività e quindi le entrate.

La traduzione contestuale nella fase di progettazione aggiunge un’altra dimensione. Il controllo in situ disponibile sta trasformando i flussi di lavoro. Essere in grado di tradurre e localizzare mentre si è ancora in fase di progettazione è un enorme vantaggio per i designer. Con lingue diverse che richiedono diverse quantità di spazio e layout, è possibile testarle tutte prima della pubblicazione. Ciò significa che i risultati multilingue possono essere accelerati sin dall’inizio, risparmiando tempo e denaro.

Principali tendenze della localizzazione per il 2021

È giunto il momento di volgere il nostro sguardo al 2021! Quindi, cosa possiamo aspettarci dalle tendenze della localizzazione per il prossimo anno? Ci saranno sicuramente alcuni riporti delle tendenze che abbiamo originariamente delineato per il 2020, poiché rimangono pertinenti!

Localizzazione e-Commerce

La localizzazione di siti web ed e-commerce è attualmente un tema caldo in webinar ed eventi. Con un sacco di e-commerce che pensano di investire nella localizzazione ma che forse hanno ancora bisogno di una spinta per comprenderne il valore. I TMS già orientati alla localizzazione dei contenuti di commercio elettronico avranno un vantaggio nel settore. La pandemia ha avuto un profondo effetto anche su questo, con il boom dell’e-commerce a causa delle restrizioni dovute al lockdown.

“Le vendite di e-commerce transfrontaliere dovrebbero aumentare in media del 63%, su base annua, durante le festività natalizie.”
EShopWorld

Una tendenza che possiamo aspettarci continui, poiché i cambiamenti di paradigma creati dalla pandemia creano nuove regole di coinvolgimento.

Traduzione e-learning

Un’aula senza confini. Questo è un altro segmento di mercato che stava già sperimentando una solida crescita prima dell’attuale pandemia. Con la maggior parte delle attività che ora iniziano a casa, come prevedibile, l’e-learning è in aumento. È anche un focolaio di tecnologia all’avanguardia e tendenze innovative creative. Detto questo, i fornitori non possono ignorare il fatto che i propri studenti siano internazionali. I documenti di e-learning, il materiale del corso e gli opuscoli devono essere forniti in una moltitudine di lingue, così da catturare il segmento di mercato.

La riqualificazione è una prospettiva reale per milioni di persone in tutto il mondo. Con la disoccupazione di massa e le transizioni per soddisfare le nuove esigenze di un mondo post-Covid, la vasta diffusione dell’e-learning continua. Molte aziende sono passate a operazioni remote, rendendosi conto che gli ordini da casa riducono drasticamente le spese generali senza compromettere la produttività.

Secondo il World Economic Forum’s Future of Jobs Report, il 50% di tutti i dipendenti dovrà riqualificarsi entro il 2025, poiché l’adozione della tecnologia aumenta.
– WEF

Transcreazione

La transcreazione è destinata a durare. Quando la localizzazione è fatta male, può essere più dannosa che positiva. Con la transcreazione il contenuto viene tradotto e localizzato in modo tale da sembrare redatto nella lingua di destinazione. Mentre la globalizzazione continua, le aziende hanno bisogno di un aiuto per impegnarsi in modo autentico nei propri mercati di destinazione internazionali. La transcreazione consente di adattare il materiale di marketing esistente e di trasformarlo in un contenuto adatto a un pubblico globale.

La transcreazione è stata descritta come “localizzazione sotto steroidi”. In teoria, si ricerca lo stesso risultato: adattare i contenuti a un mercato target locale. Tuttavia, la transcreazione può rendere significativa a livello locale una strategia di marketing globale.

Per transcreare con successo un messaggio, deve suscitare la stessa risposta emotiva nella lingua di destinazione così come nella lingua di partenza.

“La vita si è spostata online e le aziende hanno raddoppiato la pubblicità digitale per coprire le lacune lasciate da tutte queste conferenze annullate. Se un copy migliore può migliorare le conversioni, ha senso investire in copy in tutte le lingue dell’azienda. Questa linea di pensiero ha portato a una maggiore transcreazione nel 2020 e continuerà a sviluppare questo servizio nel 2021. La transcreazione, al contrario della traduzione di marketing, è molto low-tech. Un Google Doc è ancora lo strumento principale, perché cosa può esserci di meglio per la creatività di un foglio di carta bianco? Le società di software stanno attaccando questo spazio, tuttavia, e vedremo il lancio di ambienti di transcreazione basati sull’intelligenza artificiale che aiutano gli scrittori a trovare le parole giuste, su larga scala “.
– Konstantin Dranch

Traduzione medica

Beh, non sorprende che la traduzione medica sia sulla nostra lista, giusto? Le normative UE-MDR richiedono la traduzione di descrizioni e specifiche dei dispositivi, in aggiunta alla verifica e convalida, e deve includere riferimenti a generazioni precedenti e simili. Sebbene i singoli Stati scegliessero in precedenza la loro selezione delle lingue, il nuovo MDR dell’UE stabilisce che il contenuto dei dispositivi medici deve essere disponibile in tutte le 24 lingue ufficiali dell’Unione europea. Pertanto, se attualmente si traduce solo in una porzione di queste, verrà richiesto di incrementare le lingue disponibili per soddisfare le esigenze di tutti i 24 paesi UE.

“Questo sarà il grande argomento di traduzione per il 2021. Oltre a un enorme aumento nel settore MedTech, il nuovo regolamento sui dispositivi medici dell’UE richiede alle aziende di localizzare in più lingue. Fino ad ora, richiedevano la traduzione in 5 lingue principali, ma il nuovo regolamento richiede la traduzione per qualsiasi mercato in cui si esporta”.
– Diego Cresceri

Rappresentazione

“L’industria si sta ingrandendo con un nuovo pubblico e nuove voci. Sempre più millennial stanno entrando nel mercato e il ruolo degli LPM (Localization Project Manager) sta cambiando. Sta emergendo una nuova generazione di manager e decisori, con più donne ai vertici delle agenzie di localizzazione e aziende “.
– Konstantin Dranch

La localizzazione è veramente accurata solo se riflette tutte le voci che compongono una particolare località. La traduzione e la localizzazione hanno notoriamente un rapporto di genere più appropriato rispetto a molti settori. La fiorente scena della localizzazione dei videogiochi mostra una divisione di genere di quasi il 50% tra uomini e donne.

Lo stesso vale per i gruppi etnici, data la natura del lavoro. Ma come ha sottolineato Anna N. Schlegel al recente evento online TAUS “Reinventing the Translation Industry”: “dove sono queste donne che depositano brevetti e sviluppano nuovi approcci alla globalizzazione? Le donne che fondano aziende basate sull’AI possono intervenire e cambiare tutto”.

Traduzione e adattamento a cura di Stefano Gaffuri.

Originale qui.