Situazioni di emergenza e il ruolo del traduttore

Mentre la pandemia di COVID-19 sta iniziando a rallentare negli Stati Uniti, i disastri naturali e le situazioni di emergenza a essi collegate iniziano a diffondersi in tutta la nazione. Un tornado nell’area di Chicago, tempeste tropicali sull’Atlantico e una stagione di incendi boschivi prevista sulla costa occidentale. Se la pandemia ci ha insegnato qualcosa, è che i servizi di accesso linguistico sono indispensabili in tempi di crisi. I disastri naturali non fanno eccezione.

Un recente rapporto su Grist ha evidenziato l’importanza di fornire traduzioni accurate, effettuate da linguisti esperti, degli avvisi di sicurezza pubblica. Questo per garantire informazioni chiare anche agli individui con una conoscenza limitata dell’inglese, permettendo loro di affrontare le calamità al meglio.

Con il cambiamento climatico che esacerba la frequenza e l’intensità dei disastri naturali, è più importante che mai garantire informazioni accessibili a tutti, indipendentemente dalla loro conoscenza della lingua inglese.

“Ricerche recenti suggeriscono che ascoltare gli avvisi di emergenza in una lingua non nativa può rendere più difficile elaborare ciò che sta accadendo, in una situazione in cui il tempo è essenziale”, scrive Kate Yoder, editore associato di Grist. “A peggiorare le cose, il cambiamento climatico ha reso molti rischi naturali ancora più pericolosi”.

La comunità ispanica californiana

Nonostante circa tre californiani su dieci parlino lo spagnolo come lingua principale, molte agenzie governative non sono riuscite a fornire loro traduzioni spagnole di qualità elevata. Informazioni, ad esempio, sulla sicurezza pubblica in caso di incendi boschivi, molto frequenti e distruttivi nello stato. Sempre secondo Gristun audit statale ha rilevato che nel 2017 tre importanti contee californiane non hanno fornito avvisi adeguati in lingue diverse dall’inglese. All’epoca, quelle contee vissero alcuni dei più gravi incendi nella storia dello Stato (sebbene anni più recenti abbiano visto eventi ancora più gravi ed estremi).

Le traduzioni automatiche, senza l’ausilio del traduttore, hanno ostacolato la risposta al COVID-19 in alcune aree. Allo stesso modo, possono avere un impatto negativo sugli individui con una conoscenza limitata dell’inglese durante le situazioni di emergenza. Ad esempio, nel 2017 per un errore di traduzione automatica di un avviso di incendio boschivo nella contea di Ventura, la parola “brush fire” non è stata tradotta correttamente. Il messaggio finale riportava la parola spagnola per “spazzola per capelli” al posto di “boscaglia”. Alla luce di quanto sopra, l’importanza delle traduzioni valutate dall’uomo è chiara: quando la vita è a rischio, Google Translate semplicemente non è sufficiente.

Localizzazione a cura di Stefano Gaffuri.

Originale qui.