Gender API. Una piattaforma online per stabilire il genere di un nome

Prima di iniziare questo articolo tengo particolarmente a specificare la sua natura puramente informativa. Ogni società e cultura dovrebbe rispettare la libertà di ogni essere umano. Libertà che include chiaramente la possibilità di stabilire l’identità di genere con il quale un individuo si identifica.

Detto ciò, in numerose occasioni può tornare utile conoscere il genere di un individuo tramite il nome di battesimo di quest’ultimo. Informazione che, il più delle volte, risulta scontata nonché sottointesa quando il nome della persona in questione appartiene alla propria cultura, nazionale o religiosa. Ad esempio, non avrei nessun problema nell’affermare che tale Giorgio Rossi è un uomo. Potrei invece avere alcuni problemi con un/a tale Andrea Rossi, nome utilizzato maggiormente per il genere maschile, ma talvolta identificativo di un individuo appartenente al sesso opposto.

Avrei invece maggiori difficoltà se il nome in oggetto appartenesse a una cultura straniera, per la quale non sono a conoscenza di quali siano i nomi di battesimo, maschili o femminili.

Gender API

Gender API è una piattaforma online nata nel 2014 con base a Monaco di Baviera, Germania.

Grazie a un database di circa 1 877 780 nomi, Gender API può contare su una solida base di informazioni per garantire la maggiore accuratezza possibile nello stabilire il genere del nome in oggetto.

Sono diverse le possibili applicazioni. Dal semplice conoscere il genere della persona X, al fine di intestare correttamente la propria candidatura via mail, alle più complesse analisi di mercato basate sui nominativi dei propri clienti.

La piattaforma è in grado inoltre di semplificare i format di iscrizione. Dove al posto di richiedere il genere della persona, sarà possibile limitarsi al nome, o addirittura alla mail. Nel proprio sito web, Gender API, afferma di poter stabilire con esattezza il genere dell’individuo sulla base della mail personale di quest’ultimo. Chiaramente questo processo risulta più complesso, visto il frequente utilizzo di appellativi differenti all’interno del proprio indirizzo mail. Immagino che per la mia mail adolescenziale “sgaffu95@blabla.com” risulti quasi impossibile effettuare una ricerca utile.

Gender API permette di effettuare una ricerca di prova (che può anche essere ripetuta), la quale fornirà in risposta i risultati ottenuti in merito al genere, alla percentuale di accuratezza della risposta (che può essere implementata inserendo il paese di origine del nome), al numero di campioni presenti nel database e alla durata della ricerca.

Oltre al test gratuito, è possibile sottoscrivere uno dei diversi piani tariffari.

Stefano (maschile) Gaffuri